Cerca
  • Confederazione Cacciatori Toscani

LA STRATEGIA FORESTALE NAZIONALE: UNA OPPORTUNITA’ PER LA GESTIONE FAUNISTICA



Lo scorso 9 Febbraio, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, la delibera di approvazione della “Strategia Forestale Nazionale” (SFN).

Si tratta di un documento di Pianificazione Forestale a valenza Nazionale, approvato per la prima volta nel nostro paese su volontà del MIPAF al quale faranno riferimento le azioni e gli interventi realizzati nei nostri boschi.

Una misura innovativa sui futuri interventi anche di interesse faunistico, alla quale saranno destinate ingenti risorse economiche. La SFN avrà infatti una durata ventennale ed ha già ottenuto uno stanziamento di 30 milioni di euro per l’anno 2022 che si assommeranno ad un totale di 420 milioni di euro nel 2032.

Perché abbiamo ritenuto importante mettere in evidenza questa iniziativa?

Lo abbiamo fatto perché le novità introdotte dalla SNF interessano direttamente il mondo venatorio e potranno rappresentare in futuro una importante opportunità per gli ATC.

In particolare occorre evidenziare che sono state inserite, anche grazie alle puntuali proposte presentate dallo specifico gruppo di lavoro nazionale coordinato dal Dott. Michele Bottazzo dell’Ufficio Studi e Ricerche della Federazione Italiana della Caccia, azioni mirate alla gestione forestale per la tutela di “specie prioritarie”, la pianificazione nelle aree ad elevata densità di ungulati e soprattutto in tema di biodiversità, l’azione A.4.2 g) “per la salvaguardia della fauna selvatica e la diversità degli habitat attraverso la conservazione degli ecotoni e degli spazi aperti in aree forestali di particolare valenza naturalistica”.

A breve sarà prevista l’apertura di bandi specifici per l’attuazione di queste misure che sarà nostra cura incentivare tramite progetti specifici da realizzare nella futura programmazione degli ATC Toscani.

Su questi temi, nei prossimi giorni, svilupperemo delle specifiche occasioni di confronto con tutti i soggetti interessati e con la Regione Toscana per approfondire, anche sotto l’aspetto operativo, questa importante opportunità.